06 58205750 Via di Monteverde, 7/B Lun - Ven 8.30 - 20.30 Sab 8.30 - 14.30

In ottemperanza alla nota della Regione Lazio 956295 tutto il personale esegue i test antigenici per Coronavirus-19 con cadenza non superiore ai 15 giorni.

I VARI STADI DELLA CELLULITE E I LIVELLI DI GRAVITÀ

I VARI STADI DELLA CELLULITE E I LIVELLI DI GRAVITÀ

La cellulite è classificabile in vari stadi caratterizzati da livelli di gravità, vediamo quali sono e come si identificano.

 

Nel precedente articolo abbiamo visto che cos’è la cellulite, perché va affrontata non soltanto dal punto di vista estetico, ma anche come una patologia.

Ora scopriremo quando la cellulite diventa un vero e proprio problema di salute attraverso l’analisi dei 4 stadi che hanno un ordine di gravità crescente.

CELLULITE STADIO 1

È più comunemente definito come “RITENZIONE IDRICA” in quanto è caratterizzato da un ristagno di liquidi nei tessuti dovuto ad una lieve alterazione del microcircolo. Nello specifico gli adipociti (cellule del tessuto adiposo), aumentando di numero e volume, possono portare alla compressione dei vasi sanguigni compromettendo lo scambio di liquidi tra le cellule e lo spazio circostante e facilitando così la fuoriuscita di liquidi a livello capillare. La cellulite in questo stadio rappresenta una condizione reversibile se trattata in tempo.

CELLULITE STADIO 2

Al secondo stadio la cellulite viene definita EDEMATOSA ed è caratterizzata da un notevole aumento dei liquidi extracellulari, ristagno di tossine, dolore al tatto e colorito spento della pelle. Questa condizione è reversibile se si interviene con un trattamento d’urto.

CELLULITE STADIO 3

La cellulite a questo stadio si trova al limite della reversibilità e va trattata a livello medico. È definita cellulite FIBROSA ed è caratterizzata dalla formazione di “micronoduli” cioè depositi di liquidi non rimossi. Con il tempo questi “micronoduli” diventano cronici e si infiammano, determinando l’indurimento dei tessuti circostanti. Gli agglomerati di cellule grasse (lobuli) infatti sono avvolti da fibre di tessuto connettivo (collagene ed elastina) che in condizioni normali sono elastiche, ma una volta infiammate si induriscono. I lobuli di grasso aumentano di volume e in superficie la pelle assume il caratteristico aspetto a “buccia d’arancia”.

CELLULITE STADIO 4

La cellulite FIBRO SCLEROTICA va necesseriamente trattata da un medico specialista, in quanto è ad uno stadio quasi sempre irreversibile. Essa è caratterizzata dalla trasformazione dei “micronoduli” in noduli sempre  più grandi o “macronoduli”, con conseguente ispessimento delle fibre di collagene tanto da formare un vero e proprio “tessuto fibroso” in risposta all’infiammazione.

In queste condizioni diminuisce la vascolarizzazione per compressione dei vasi capillari, che diventano evidenti in superficie e la pelle risulta fredda al tatto, pallida e dolorante.

 

IN FISIOGROUP ROMA TROVERAI DEGLI SPECIALISTI DI FISIOTERAPIA DERMATO-FUNZIONALE, CHE POTRANNO ANALIZZARE LA PROBLEMATICA E INDIVIDUARE LA TERAPIA ADATTA.