Medicina dello sport

Il Medico Responsabile e Coordinatore

Il Medico Responsabile e Coordinatore della branca di Medicina dello Sport è il Dott. Alessandro Pagliaccia, medico dello sportAlessandro Pagliaccia, Medico dello Sport e Medico della Federazione Nazionale Scherma nonchè RESPONSABILE dell’AMBULATORIO DI FISIATRIA dell’Ospedale FATEBENEFRATELLI DI GENZANO (RM).

Il Dott. Pagliaccia attualmente è il Responsabile dello Staff Medico della Nazionale Italiana Scherma ed ha seguito gli Atleti Azzurri alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Tale delegazione ha più che degnamente rappresentato l’Italia guadagnando ben 4 Medaglie Olimpiche.

Insieme al suo staff presso la Fisiogroup Roma eroga un servizio di alta qualità eseguendo Visite Fisiatriche e di Traumatologia Sportiva, visite di Idoneità Sportiva non Agonistica e Visite Mediche di Idoneità Sportiva Agonistica.

divider

Cos’è?

La Medicina dello Sport è una medicina di tipo preventivo e per tale motivo studia lo stato di salute di un individuo, sia esso giovane, adulto, di età avanzata, o che sia sedentario piuttosto che sportivo.
Questo processo avviene attraverso una valutazione funzionale dell’individuo atta a stabilire una adeguata attività fisica a cui il soggetto stesso potrà sottoporsi senza rischi.

Lo strumento primario della Medicina dello Sport è la visita per l’idoneità all’attività sportiva; tale procedura fornisce la possibilità di affrontare tutte le problematiche relative allo Sport (valutazione funzionale, traumatologia, riabilitazione, alimentazione, diagnostica, ecc.).
Si possono sottoporre a visita soggetti in età evolutiva per controllarne la struttura anatomica (colonna, ginocchio, piede ecc.), l’accrescimento e il rapporto statura/peso (intervenendo in caso di eccesso ponderale con idonei consigli) e quindi indicare come affrontare al meglio l’attività sportiva scelta.

medicina dello sport

Si può inoltre valutare soggetti di età avanzata che ancora vogliano svolgere una sana attività sportiva, studiandone i parametri clinici e fornendo una risposta che metta in rilievo il rapporto età biologica – età anagrafica.

Con la diffusione sempre maggiore della pratica sportiva a tutte le età, la Medicina dello Sport diventa importante come medicina di prevenzione e di riabilitazione, sia per patologie che possono essere causate da un’attività fisica non idonea (vedi il la persona sedentaria che inizia l’attività sportiva per la prima volta o la riprende dopo un più o meno lungo periodo di inattività), sia per patologie preesistenti (vedi il paziente affetto da artrosi, ipertensione, diabete, dislipidemia ecc.).
Infine, e non certamente meno importante, la Medicina dello Sport può sicuramente essere considerata al giorno d’oggi come un lasciapassare per partecipare a programmi di fitness e wellness, un mix fondamentale per combattere lo stress quotidiano della nostra vita.

medicinasportiva-fisiogroup

Si possono così delineare cinque aree ove il Medico dello Sport, usufruendo di una struttura adeguata, può svolgere il suo lavoro:

a) attività sportiva agonistica e non agonistica:

visita idoneità attività sportiva 1° livello e 2° livello (se indicato dallo specialista TEM (Test Ergometrico Massimale), HOLTER dinamico delle 24H, Ecocardiocolordoppler);
visita idoneità attività sportiva non agonistica;
valutazione funzionale dell’atleta;
ricerca applicata allo sport con esame delle qualità fisiche e definizione del modello di prestazione;
controllo dell’allenamento;
controllo degli effetti dell’allenamento;
studio e prevenzione delle patologie da sovraccarico funzionale;
alimentazione.

b) attività sportiva in età evolutiva:

visita clinica attitudinale;
correzione di patologie (scoliosi, piattismo del piede, ginocchio varo o valgo ecc.);
igiene alimentare;
stile di vita.

c) attività sportiva nella terza età:

valutazione clinica con controlli periodici durante l’anno sugli sportivi della terza età;
area dedicata al fitness e al wellness con un programma specifico adattato al singolo individuo, per una maggiore attenzione al benessere della terza età, che troppo spesso viene dimenticata in quanto al di fuori di percorsi lavorativi.

d) traumatologia dello sport:

visite specialistiche;
protocolli riabilitativi;
ecografie muscolari;

e) benessere fisico:

percorso benessere per migliorare la performance sportiva;
percorso benessere per velocizzare la ripresa all’attività sportiva (Rimessa in Campo);
percorso benessere per iniziare l’attività sportiva;
percorso benessere post attività sportiva.

Appare evidente come la Medicina dello Sport non possa essere considerata semplice attività ambulatoriale per il rilascio delle idoneità sportive, né accesso esclusivo per chi pratica sport ad altissimo livello. Si potrebbe assumere l’assioma di trasformare la Medicina dello Sport anche in Medicina del Benessere Fisico nell’ambito dell’attività sportiva comune.

– Dr. Alessandro Pagliaccia –

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_services_allowed

Decline all Services
Accept all Services